Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Vernice Progetti | 03/08/2020

Scroll to top

Top

Fonti d’estate. Tre spettacoli per riscoprire alcuni degli angoli più suggestivi di Siena

Fonti d’estate. Tre spettacoli per riscoprire alcuni degli angoli più suggestivi di Siena

Tre appuntamenti imperdibili in alcuni degli angoli più suggestivi di Siena. Dal 16 al 30 luglio “Fonti d’Estate” spettacoli e musica, tutti con inizio alle ore 19, per condurre gli spettatori in una dimensione fantastica fatta di fiabe e leggende, di mondi e luoghi del passato.

<<Abbiamo scelto questo programma, diverso dal solito per recuperare una serie di eventi finanziati dal Consiglio Regionale della Toscana che si dovevano tenere in occasione della Festa della donna, ma  necessariamente sospesi a causa della pandemia da Covid-19>>, spiega l’assessore alle Pari Opportunità e Promozione della città Clio Biondi Santi. <<L’obiettivo è quello di offrire, gratuitamente, per il rilancio della città dopo il lungo lockdown, momenti di svago alla  riscoperta della bellezza delle fonti senesi, luoghi unici e magici che si caricano ancor più di fascinazione al tramonto. L’occasione per conoscere, grazie alle spiegazioni che precederanno le rappresentazioni, anche gli aspetti storici e socio-antropologici di questi spazi>>.

La rassegna, organizzata dal Comune con il contributo del Consiglio Regionale della Toscana e la collaborazione di Vernice Progetti Culturali, inizia il prossimo 16 luglio alla Fonte di Follonica con Viaggio a Occidente a cura dei Topi Dalmata. Lo spettacolo è ispirato al classico della letteratura cinese “Viaggio in Occidente” dove un monaco, per giungere in India attraverserà mille peripezie,  incontrerà innumerevoli personaggi appartenenti anche alla tradizione fiabistica occidentale. La  pièce renderà protagonista l’acqua, simbolo del viaggio alla ricerca della verità. La performance, suddivisa in quattro capitoli, sarà accompagnata da musica dal vivo, così da ampliare le suggestioni negli spettatori.

A seguire, il 22, alle Fonti di Pescaia con Fiabazar (a cura dei Topi Dalmata), novelle toscane di Siena e dintorni per narrare mondi magici ed evocativi. Un vero cantastorie con musica dal vivo affabulazione e improvvisazione a canovaccio e attori che diventano personaggi nuovi in un battibaleno.

Nelle serate del 16 e 22 luglio alle Fonti saranno attivi anche degli stand per degustare la birra “La Diana” prodotta dal primo birrificio  agricolo di Siena. Una birra a chilometro zero, di alta qualità, frutto delle colline senesi.

La rassegna si conclude il 30 luglio  in Fontebranda con Quale Pia? a cura di Ensarte.

Una rappresentazione itinerante dedicata a Pia de’ Tolomei da Piazza Matteotti lungo i vicoli che portano a Fontebranda. Un affascinante percorso alla ricerca di parole perdute e alla nuova scoperta di antichi miti. Il racconto è affidato alla balia di Pia che attraverso i propri ricordi ci trasporta nel cuore della storia. La Pia è personaggio muto che si svela e si cela al pubblico come il mito che rappresenta, attraverso la danza.

Per assistere agli spettacoli si dovranno prendere tutte le necessarie precauzioni anti Covid.

Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito su prenotazione (0577/226406 – info@verniceprogetti.it).