Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Vernice Progetti | 25/09/2018

Scroll to top

Top

Da Chopin a Boito. Estati Chigiane a Castelnuovo Berardenga

Da Chopin a Boito. Estati Chigiane a Castelnuovo Berardenga

In occasione del concerto del Chigiana International Festival & Summer Academy 2015,
Castelnuovo Berardenga ricorderà il Conte Guido Chigi Saracini nel 50°Anniversario della sua morte
con una rassegna fotografica allestita presso il Museo del Paesaggio

Attraverso una trentina di scatti in bianco e nero, la mostra ideata e realizzata da Vernice – Progetti Culturali ripercorrerà i momenti inaugurali della serie di statue che si snoda all’interno del parco di Villa Chigi. Il percorso scultoreo svela come una sorta di racconto autobiografico, l’ intenso rapporto del Conte con la musica: dall’amore giovanile per Chopin, esemplificato da una maestosa figura in marmo di Carrara che domina sulla sommità del parco inaugurata con un solenne concerto di Alfred Cortot il 25 agosto 1959, all’incontro con Arrigo Boito (1960) che segnò il suo esordio da impresario nel 1913 con epica Messa da requiem nella chiesa di San Francesco, ad Antonio Vivaldi (1961) riscoperto a Siena grazie alle “settimane senesi”, al tributo familiare a Celio e Claudio Saracini (1962) e poi a seguire Vincenzo Bellini (1963), Gaetano Donizetti e per finire Giuseppe Verdi (1965). In quegli anni i concerti e le relative inaugurazioni solenni dei monumenti richiamavano personaggi del gotha internazionale e giovani della buona borghesia locale.